Category Archives: Gabriele Riccobono

Gabriele-RiccobonoGabriele Riccobono (Erice, 1990) fondatore e responsabile di Beethoven Autentico. È uno studioso specializzato in filologia e prassi esecutiva beethoveniana. Nel contesto del problema della demarcazione tra approcci scientifici e non scientifici nel campo degli studi beethoveniani, insieme al Dr. Rinaldo Nani, algoritmista, porta avanti una ricerca incentrata sulla definizione di modelli probabilistici per la gestione delle divergenze tra le fonti, con l’obiettivo di superare l’arbitrarietà spesso insita nel loro trattamento da parte della critica testuale ordinaria. Svolge attività di consulenza privata per gli interpreti, e tiene regolarmente corsi e seminari (il prossimo per il Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia, 22/23 novembre 2017). Per contatti: info@beethovenautentico.com

Anton Schindler e la truffa dei due metronomi di Beethoven

Scrive a metà ‘800 Anton Schindler, nella sua biografia beethoveniana: “Parlando della storia del metronomo di Mälzel, dobbiamo dire innanzi tutto che i congegni in realtà erano due. Il primo era una piramide di circa 30 cm (…) Su una placca di metallo si poteva leggere ‘Firma Mälzel’ e l’anno, 1815. L’asta del pendolo aveva solamente i numeri da 50 a 160.”… Read More »

Beethoven al pianoforte: le “note di troppo” della tradizione e perchè evitarle

Come ti ho mostrato nell’articolo precedente, la produzione per tastiera di Beethoven non era destinata allo strumento che noi oggi conosciamo col nome di pianoforte, quanto piuttosto al cosiddetto fortepiano. I problemi nascono quando editori e interpreti alterano le parti originali, manomettendo di fatto l’idea musicale del compositore col pretesto di “attualizzarla” – di adattarla, cioè, al pianoforte moderno. Il… Read More »

Il pianoforte di Beethoven non era un pianoforte

“Ascoltare Beethoven sugli strumenti di oggi – ha scritto Alfred Brendel – è sempre sentire una sorta di trascrizione. Coloro che nutrono ancora delle illusioni a questo riguardo le perderanno andando a visitare un museo di strumenti antichi.” Cerchiamo insieme di capire perché, cominciando con una domanda: Per che strumento a tastiera ha veramente scritto Beethoven? Nel 1782, agli inizi… Read More »

Cosa puoi imparare sui metronomi di Beethoven da una registrazione del 1939?

Ci sono molte teorie diverse su come interpretare i tempi e i metronomi di Beethoven. Non tutte sono però attendibili… Trattiamo oggi della prassi di uniformare le pulsazioni tra più movimenti dello stesso brano, prendendo come caso studio terzo e quarto movimento della Sinfonia n.5. Nella serie di metronomi originali di Beethoven, alla stessa indicazione di ‘Allegro‘ corrispondono qui due… Read More »

Urtext: puoi veramente fidarti? Ecco come mettere alla prova l’attendibilità delle tue edizioni

Il New Harvard Dictionary of Music definisce Urtext “un testo che si presume nel suo stato originario, senza successive alterazioni o integrazioni di un revisiore”. Meno platonicamente, lavorando sulle fonti beethoveniane (autografi, copie, prime edizioni, liste di errata ecc.) saprai che esse veicolano di norma varianti contraddittorie e stadi di lavoro sovrapposti. Per cercare di ricostruire le intenzioni del compositore, un… Read More »