Tre modi “storicamente informati” per eseguire un arpeggio in Beethoven

Cosa significa il tratto obliquo che Beethoven pone a volte tra le note di un accordo? Un semplice arpeggio (come lo si rende di solito) o qualcosa di leggermente diverso? Interessanti evidenze da alcuni trattati dell’epoca. In vari casi troviamo nella produzione pianistica di Beethoven una linea obliqua sovrapposta alle note di un accordo, come nell’edizione originale delle… Read More »

Non uniformare (sempre) Beethoven: il caso dell’op.28

Come comportarsi di fronte alle discrepanze tra le varie enunciazioni di un motivo? Sono volute? O si tratta piuttosto di sviste di Beethoven da correggere e uniformare? L’autografo della Sonata op.28 ci offre a questo riguardo un caso studio di notevole interesse. L’edizione originale della sonata op.28 ha nell’esposizione del primo tempo (batt.4) una legatura da Sol a… Read More »

Due errori da evitare nella Sonata op.109

L’edizione originale della Sonata op.109 (Schlesinger, 1821) riporta l’inizio della quarta variazione in modo diverso da quello, derivato dal manoscritto di Beethoven, a cui siamo abituati. Qual è la versione corretta? Non è raro che un’edizione autorizzata e supervisionata dal compositore, venendo per ultima, ne rappresenti meglio le intenzioni finali rispetto all’autografo. A volte però – ed è uno dei… Read More »

Un glissando di ottave nel Trio in do minore?

Ci siamo già occupati di glissando di ottave in Beethoven in due casi, a proposito del Primo concerto per pianoforte (I, 344-345) della “Waldstein” (III, 465-475) Potrebbe essercene un altro nel Trio op.1 n.3 – questa scala di ottave discendenti alla fine della sezione centrale del Menuetto (ed. originale Artaria, 1795): È un glissando? Analogie con i casi già esaminati… Read More »

Cos’è una Urtext? Intervista a Jonathan Del Mar

L’11 febbraio 1816, eseguendo il quintetto op.16 alla presenza dell’autore, Carl Czerny attirò le critiche di Beethoven a causa di varie “licenze” interpretative. Beethoven si scusò nella lettera del giorno seguente, così motivando: “(…) Ieri ho dato in escandescenza, sono veramente dispiaciuto che sia successo, ma deve perdonare un autore che preferisce ascoltare l’opera come lui l’ha scritta,… Read More »

Un fax di Jonathan Del Mar per i lettori di Beethoven Autentico (e tre riflessioni)

Alcune settimane fa, pubblicato tra queste pagine il suo articolo sul Quarto concerto, Jonathan Del Mar è stato così gentile da segnalarci in anteprima un paio di sviste nella sua edizione del brano per Bärenreiter. Siamo nel primo movimento, alle battute 256 e 271: A parte il fatto che, se tutti gli studiosi beethoveniani fossero così attenti e intellettualmente onesti,… Read More »