a

Help your business grow by creating your next online presentation with Cevian, a business virtuoso.

Recent Posts

Quick business execution 00 875 665 874 88 cevian@select.com
Back to top

Non categorizzato

  /  Non categorizzato

Appena pubblicata la registrazione integrale della "Grande Sonate Pathétique" di Beethoven eseguita dal vivo a Berlino da Igor Cognolato.Nel video la accompagna una copia dell'edizione originale Hoffmeister (Vienna, 1799), per gentile concessione della Österreichische Nationalbibliothek di Vienna, che ringraziamo.https://www.youtube.com/watch?v=6EL8X8savsMIscriviti al canale: https://youtube.com/c/BeethovenAutentico

L'11 e 12 dicembre si è tenuto a Venezia (Palazzo Pisani) il secondo seminario Beethoven Autentico per gli studenti e i docenti del Conservatorio "Benedetto Marcello".Relatori: il sottoscritto (Gabriele Riccobono, fondatore di Beethoven Autentico) e Rinaldo Nani (matematico algoritmista), con contributi di Giuseppe Mariotti (decano della facoltà di musica alla Tokushima Burni University) e Mizuho Furukubo (brillante studentessa del Conservatorio).Organizzazione dei

Conosci certamente questa frase spesso attribuita a Beethoven: "Suonare una nota sbagliata è insignificante; suonare senza passione è imperdonabile." Invano la cercheresti però nelle lettere, nei quaderni di conversazione o nel diario, dato che non compare su nessuna delle fonti originali oggi note.Questa sorta di slogan ormai virale è però somigliante – molto somigliante – a un passaggio delle "Biographische Notizen über Ludwig

I contemporanei di Beethoven rispettavano le sue indicazioni? Che ruolo ha avuto la sordità del compositore nei ritocchi di interpreti come Mahler? Qual è la specifica esigenza dei musicisti che ha dato vita al nostro progetto? E la differenza fondamentale tra Beethoven Autentico e gli altri approcci possibili? Sono alcuni dei temi toccati nell'intervista di Claudio Scaccianoce a Gabriele Riccobono per Linkiesta.it

Nell'ottobre 1806, mentre Bonaparte si preparava ad entrare a Berlino dopo la storica vittoria di Jena, Beethoven si trovava a Grätz, in Slesia, nella residenza estiva del Principe Lichnowsky.Durante un ricevimento, tra i cui invitati erano alcuni ufficiali francesi, Lichnowsky [ritratto qui a lato, ndr] chiese a Beethoven di intrattenere gli ospiti improvvisando al pianoforte.Non sappiamo se per ragioni politiche,