a

Help your business grow by creating your next online presentation with Cevian, a business virtuoso.

Recent Posts

Quick business execution 00 875 665 874 88 cevian@select.com
Back to top

Beethoven Autentico

Home

I contemporanei di Beethoven rispettavano le sue indicazioni? Che ruolo ha avuto la sordità del compositore nei ritocchi di interpreti come Mahler? Qual è la specifica esigenza dei musicisti che ha dato vita al nostro progetto? E la differenza fondamentale tra Beethoven Autentico e gli altri approcci possibili? Sono alcuni dei temi toccati nell'intervista di Claudio Scaccianoce a Gabriele Riccobono per Linkiesta.it

Nell'ottobre 1806, mentre Bonaparte si preparava ad entrare a Berlino dopo la storica vittoria di Jena, Beethoven si trovava a Grätz, in Slesia, nella residenza estiva del Principe Lichnowsky.Durante un ricevimento, tra i cui invitati erano alcuni ufficiali francesi, Lichnowsky [ritratto qui a lato, ndr] chiese a Beethoven di intrattenere gli ospiti improvvisando al pianoforte.Non sappiamo se per ragioni politiche,

[Intervista a Rinaldo Nani] Perché un esperto di algoritmi collabora sistematicamente al progetto Beethoven Autentico? Cosa ha a che fare la matematica con i manoscritti di Beethoven e le prassi esecutive storiche? Tutto nasce dal bisogno di gestire particolari comportamenti della nostra mente, responsabili di molte tradizionali distorsioni delle indicazioni di Beethoven. Ne parliamo direttamente con Rinaldo

Ha senso parlare di prassi esecutiva beethoveniana? C'è una differenza rispetto all'insieme delle prassi del periodo? A quale scopo focalizzarsi su Beethoven? Capita spesso che di fronte alle indicazioni di Beethoven si dica: "Questo importante trattato dell'epoca suggerisce x, quindi Beethoven voleva x."Il ragionamento è più che comprensibile, ma in realtà non tiene conto di alcuni dati importanti.Vediamo i principali. La prassi

Editare un lavoro di Beethoven unicamente sulla base di una prima stampa è una grande sfida per ogni revisore che lavori a un'edizione critica.Il testo musicale della composizione è allora disponibile per l'edizione solo in uno stato più o meno incline a errori.Se si è conservato l'autografo, come forse ancora altre fonti manoscritte – ad esempio le matrici, riviste dallo stesso

Cosa significa il tratto obliquo che Beethoven pone a volte tra le note di un accordo? Un semplice arpeggio (come lo si rende di solito) o qualcosa di leggermente diverso? Interessanti evidenze da alcuni trattati dell'epoca. In vari casi troviamo nella produzione pianistica di Beethoven una linea obliqua sovrapposta alle note di un accordo, come nell'edizione originale delle sonata op.10 n.2