a

Help your business grow by creating your next online presentation with Cevian, a business virtuoso.

Recent Posts

Quick business execution 00 875 665 874 88 cevian@select.com
Back to top

Storia delle prassi

  /  Storia delle prassi

Un estratto dal celebre Metodo pratico di canto italiano per camera di Nicola Vaccaj (Londra, 1832) in merito ai due "modi di portare la voce"."Per portare la voce non devesi intendere che si debba trascinare da una nota all'altra come abusivamente si suol fare; ma unire perfettamente un suono coll'altro.Quando si sappiano ben legare le sillabe, come si

L'uso del vibrato continuo negli archi si diffuse progressivamente durante i primi trent'anni del '900.Prima di allora, il vibrato era stato in prevalenza visto come un ornamento da adottare solo in determinate circostanze e con diverse gradazioni e tipologie (Spohr nella Violinschule ne individua ad esempio quattro).Ciò non significa che nel XVIII e nel XIX secolo non ci fossero esecutori ad

"Agli abbellimenti appartengono anche il vibrato* (tremolo) e la sostituzione del dito sulla stessa nota.Quando il cantante canta con passione o la sua voce aumenta al massimo dell'intensità, produce delle vibrazioni simili a quelle di una campana colpita con forza.Tali vibrazioni, come molte altre peculiarità della voce umana, possono essere imitate dal violinista.Consistono nell'ondulamento della nota presa, che si estende

Ha senso parlare di prassi esecutiva beethoveniana? C'è una differenza rispetto all'insieme delle prassi del periodo? A quale scopo focalizzarsi su Beethoven? Capita spesso che di fronte alle indicazioni di Beethoven si dica: "Questo importante trattato dell'epoca suggerisce x, quindi Beethoven voleva x."Il ragionamento è più che comprensibile, ma in realtà non tiene conto di alcuni dati importanti.Vediamo i principali. La prassi