Sir George Smart: durate delle sinfonie di Beethoven (1819-1843)

Il direttore d’orchestra inglese Sir George Smart (1776-1867) aveva l’abitudine di registrare accuratamente sui programmi dei concerti la durata delle sue esecuzioni. Un esempio? Il programma della prima inglese della Nona sinfonia, diretta da Smart il 21 marzo 1825 presso l’Argyle Rooms, sede della londinese Philharmonic Society. È evidenziata la durata: 1 ora e 4 min. La tabella sottostante raccoglie… Read More »

Richter o Barenboim: chi suona nel modo più autentico questo passo dell’op.110?

Siamo nella fuga finale dell’op.110, misure 168-174 (“Meno Allegro. Etwas langasamer”). La prima edizione originale della sonata – come vedremo tra poco, ce ne fu più di una – riporta il passo con alcune diteggiature e una particolare suddivisione tra le due mani. Indicazioni come quella evidenziata nell’immagine sono inequivocabili: si richiede che la destra incroci la sinistra,… Read More »

8 piccoli enigmi nel “trio” della sonata op.101 | Parte 1: quanto è lungo il levare?

Il primo di una serie di articoli in cui indagheremo otto punti controversi nella sezione centrale del “Lebhaft. Marschmäßig. Vivace alla marcia” dalla sonata per pianoforte op.101 di Beethoven. Parte 1: levare di un ottavo o di un sedicesimo? Le edizioni della sonata op.101 riportano in due modi diversi il levare (batt.54b) di quello che per comodità chiameremo impropriamente “Trio”: talvolta… Read More »

Brevetto originario del metronomo di Maelzel (Parigi, 14 settembre 1815, n.696)

14 settembre 1815. BREVETTO D’INVENZIONE DI CINQUE ANNI,  Per un tipo di cronometro chiamato metronomo, in uso nella musica, Al Signor Maelzel. *Questo strumento, rappresentato di fronte e di profilo (tavola 2, figg.1 e 2) è composto da una ruota A in ottone di centocinquanta denti, montata sull’asse del bariletto B; di un’altra ruota di scappamento C di… Read More »

Brevetto del metronomo di Johann Nepomuk Mälzel (Londra, A.D. 1815 n.3966)

A.D. 1815  .  .  .  .  .  .  .  N° 3966. Metronomo o Musical Timekeeper Fascicolo del brevetto di Maelzel A TUTTI COLORO A CUI PERVERRANNO I PRESENTI [documenti], io, John Maelzel, di Poland Street, nella Contea di Middlesex, meccanico, porgo i miei saluti. DAL MOMENTO CHE Sua Maestà Eccellentissima Re Giorgio III, con la Sua concessione sotto il… Read More »

Lettera di Spontini a Salieri sull’utilità del metronomo (9 aprile 1816)

Lettera di Gaspare Spontini ad Antonio Salieri, pubblicata alle pagg.33-34 della viennese Allgemeine Musikalische Zeitung n. 5 del 1817 (Vienna, Steiner und Comp.) Parigi, 9 Aprile 1816* Gentilissimo Signor Maestro di Cappella! Finalmente, grazie alla Vostra sollecitudine, il mondo musicale e soprattutto i compositori hanno ottenuto ciò che da lungo tempo hanno cercato e desiderato senza successo: lo strumento… Read More »

Intervista a Gabriele Riccobono su Linkiesta.it

I contemporanei di Beethoven rispettavano le sue indicazioni? Che ruolo ha avuto la sordità del compositore nei ritocchi di interpreti come Mahler? Qual è la specifica esigenza dei musicisti che ha dato vita al nostro progetto? E la differenza fondamentale tra Beethoven Autentico e gli altri approcci possibili? Sono alcuni dei temi toccati nell’intervista di Claudio Scaccianoce a Gabriele… Read More »

Ineguaglianze ritmiche in registrazioni beethoveniane del primo ‘900

Varie fonti storiche testimoniano la possibilità, in determinati contesti, di eseguire una successione di note in modo leggermente ineguale. “How long is a quarter note?” he [Moszkowski] was asked by a lady. Politely, he replied that it depended upon the music, some quarter notes being long and others short… (Harold Bauer) Cosa sono le inégalites? Scrive Johann Joachim Quantz nel… Read More »